Questa notte arriverà nelle case di tutti noi la Befana, tanto temuta dai bambini cattivi e amata da chi invece si è comportato bene! Nelle nostre zone del Veneto e Friuli Venezia Giulia è usanza tipica organizzare le cosiddette “foghere”, dei roghi in cui viene simbolicamente bruciata la befana cattiva (detta anche ‘la vecia’ in dialetto), evento tipicamente accompagnato da grandi buffet dove consumare la Pinza con uvetta, un dolce nostrano che appartiene alla tradizionale “cucina povera”, accompagnata da un caldo bicchiere di vin brulè.

Ma se anche non aveste la possibilità di partecipare ad una delle tante foghere sparse per il territorio, ma voleste comunque gustarvi una sfiziosa fetta di pinza ed un bicchiere di brulè, non disperate! Infatti, per entrambi la ricetta è molto semplice e veloce. Di seguito vi spiegheremo quindi come preparare la pinza con il vin brulè, per accogliere al meglio l’arrivo della Befana!

La Pinza

Ingredienti:

  • 250 gr di farina gialla di mais
  • 1 litro di acqua
  • 100 gr di farina bianca
  • 60 gr di uvetta
  • 130 gr di burro
  • 100 gr di zucchero
  • 60 gr di fichi secchi
  • 40 gr di pinoli
  • 1 bicchierino di grappa
  • zucchero a velo
Pinza veneta con uvetta, dolce tipico da mangiare durante l'epifania

Pinza veneta con uvetta, dolce tipico da mangiare durante l’epifania

Iniziate preparando la polenta gialla versando a pioggia in una pentola con un litro di acqua bollente: mescolate con cura e proseguite la cottura per almeno 30 minuti. La consistenza della polenta non dovrà essere troppo densa, ma dovrà essere un composto senza grumi e facile da lavorare: lasciatela quindi raffreddare.

A questo punto aggiungete alla polenta gli altri ingredienti, mescolando l’impasto con un cucchiaio di legno per amalgamare il tutto: otterrete così un impasto denso che verserete in una teglia imburrata e infarinata.

Infornate quindi la pinza per 1 ora e 30 minuti a 170 gradi: servite il dolce tiepido spolverato con lo zucchero a velo.

Il Vin Brulè

Ingredienti:

  • 1 lt. di vino rosso, corposo
  • 3 cucchiai di zucchero
  •  2 stecche di cannella
  • 6 chiodi di garofano
  • noce moscata qb, grattugiata al momento
  • 1 anice stellato
  • 1 limone
  • 1 arancia non trattata
Vin brulè guarnito con arancia e cannella

Vin brulè guarnito con arancia e cannella

Per poter preparare il vin brulè grattugiate anzitutto l’arancia e il limone delicatamente, facendo attenzione di evitare la parte bianca dei frutti per evitare il fastidioso retrogusto amaro.

In una pentola, mescolate le scorze degli agrumi, aggiungendo tutte le spezie e lo zucchero. A questo punto versate il vino rosso e portate il tutto ad una lenta ebollizione, mescolando finché lo zucchero non si sarà sciolto.

Far cuocere a fuoco basso per 15/20 minuti, mescolando ogni tanto e senza far bollire nuovamente il vin brulè. A questo punto non resta che assaggiare il risultato, facendo attenzione a versare il vin brulè in un bicchiere resistente alle alte temperature, possibilmente aiutandovi con un colino per evitare sgradevoli residui! A piacere, guarnite il bicchiere con una fetta di arancia e/o una stecca di cannella.

Ora provate ad intingere la pinza nel vin brulè 😉 Buona Epifania a tutti e di nuovo auguri per un meraviglioso 2017 dallo staff Outletarreda!

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso visita la nostra Privacy e cookie policy. Chudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando OK acconsenti all'uso dei cookie. Privacy e cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi